Come Disdire Vodafone Casa

La durata del contratto dell’offerta Vodafone Casa Internet e Telefono è di 24 mesi, da intendersi dalla data di sottoscrizione e prevedono il rinnovo automatico. In ogni caso il cliente ha diritto di recedere in qualsiasi momento con preavviso di almeno 30 giorni. Se dunque è vostra intenzione disdire questo servizio la prima cosa da fare è quella di controllare la data in cui avete stipulato il contratto e appurare se avete o meno i trenta giorni di tempo per inviare la disdetta.

Risulta essere possibile recedere dal contratto di attivazione del servizio Vodafone Casa entro 10 giorni a partire dalla data in cui sono stati ricevuti gli apparati della Vodafone Station. Il recesso è gratuito e può essere comunicato anche tramite fax, telegramma o mail, purché segua una comunicazione ufficiale tramite raccomandata con ricevuta di ritorno entro 48 ore.

Se invece il servizio è stato attivato da più tempo è comunque sempre possibile recedere dal contratto inviando, con 30 giorni di preavviso, una raccomandata al seguente indirizzo
Casella Postale 109 – Asti – 14100
Per scrivere la disdetta è possibile utilizzare questo modulo scaricabile da Disdette.net.

Il recesso è teoricamente gratuito, ma ci sono dei costi che Vodafone può imputare al cliente che recede ed in particolare
60 euro come costi di disattivazione
149 euro come contributo per la Vodafone Station, che viene in ogni caso lasciata al cliente, se non sono passati almeno 24 mesi dall’attivazione del servizio

Se non li avete, il contratto si rinnoverà automaticamente e potrete inoltrare la richiesta di disdetta solo dopo che sarà avvenuto il rinnovo.
Se invece avete tutto il tempo di inviare la vostra disdetta Vodafone Casa dovete inviare la richiesta anticipata di interruzione del servizio, a mezzo di lettera raccomandata A/R indirizzata a “Casella postale 109 – Asti – 14100”.

Se avete la necessità di affrettare i tempi potete anticipare la richiesta inviando un fax alla sede legale dell’azienda (lo trovate indicato nel contratto), ma questo non vi assolverà dall’obbligo di inviare la raccomandata, infatti il contratto che a suo tempo avete firmato prevede come mezzo di disdetta la sola raccomandata.
Ricordate che è necessario allegare al modulo di disdetta il documento di identità e che entrambi vanno chiusi in una busta per le lettere.

Dovrete inoltre conservare la ricevuta di ritorno come prova, per tutelarvi in caso di reclami o contestazioni da parte di Vodafone.
Tenete presente che a seguito di una richiesta di disdetta la Vodafone potrebbe sostenere che è necessario che vi sia addebitato un importo di ben 60 euro pari ai costi di disattivazione che loro vogliono far credere che sosterranno.

In realtà in base al Decreto Bersani del 2007 nulla è dovuto per la disattivazione del servizio. Occorre quindi cercare di essere il più fermi possibili su questo aspetto e minacciare l’operatore di seguire le vie legali nel caso loro insistano tenacemente.
Se la vostra intenzione è quella di disdire Vodafone per stipulare un nuovo contratto con un diverso gestore, potrebbe essere sufficiente inviare il modulo di disdetta a quest’ultimo che si occuperà di tutto, quindi prima di compiere qualsiasi operazione conviene informarvi con il vostro nuovo operatore. Si ricorda che nel servizio di portabilità del proprio numero verso altro operatore è previsto, se richiesto, che venga mantenuto anche il numero telefonico vecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto