Come Pulire l’Interno della Marmitta della Moto

La marmitta è, senza dubbio, un elemento fondamentale, importante della moto, perchè influenza le prestazioni del motore. Fra i tanti fattori che possono comprometterne l’efficienza c’è l’intasamento della stessa, per assenza di pulizia interna, intasamento dovuto al deposito di residui carboniosi.

Occorrente
Smontare la marmitta
Preparare un falò
Formazione di brace
Marmitta da infuocare
Fuoriuscita di fumo
Compressore
Uso di soda caustica
Precauzioni
Viti
Gasolio

Per pulire una marmitta all’interno, ci sono vari sistemi. Ne menzioneremo un paio. C’è un tipo di pulizia che viene fatta tramite il falò. Una volta che la marmitta è stata rimossa dalla sua sede, in uno spazio magari asfaltato, davanti casa o altro, purchè all’aperto, dovresti accendere un bel falò e attendere che ci sia la formazione della brace. Nel frattempo prepara la marmitta legandola con più fili.

Quando la brace è bella pronta, adagia sopra la marmitta e falla bruciare, fin quando non vedrai uscire del fumo nero da essa, sintomo evidente che la morchia (grasso appiccicoso misto a polvere e a quant’altro accumulatosi nel tempo) sta bruciando. Ogni tanto cerca di muovere i fili a cui hai legato la marmitta, in modo da rimuoverla e farla bruciare in più punti.

Alcuni sono del parere che, per rimuovere i pezzi più grossi bene addossati alle pareti interne, essa vada battuta in più punti, con molta delicatezza per non danneggiarla, con un martello di legno. A raffreddamento completo, per una ulteriore corretta pulizia, soffiaci dentro con un compressore e poi lavala con accuratezza. L’altro metodo di pulizia molto usato, richiede l’impiego della soda caustica e, diciamo pure, molte precauzioni da parte tua.

Prima di tutto indossa i guanti di gomma, occhiali di protezione, stivali e mascherina. Ricordati che i vapori della soda caustica non vanno inalati, perchè sono tossici, e non va toccata perchè procura ustioni. La trovi massimamente dal ferramenta sotto forma liquida o in polvere. Inserisci nella marmitta prima delle viti, poi una cucchiaiata di soda, e in ultimo versa acqua calda o fredda.

I fori all’estremità vanno otturati perchè da essa fuoriusciranno i vapori sprigionatisi col contatto della soda con l’acqua. Lascia che la soda agisca un po’, poi sbatti leggermente la marmitta in modo che le viti, sbattendo energicamente contro le pareti interne, facciano staccare pezzi di morchia che vi si trovano attaccati. A conclusione risciacqua con il gasolio e l’operazione di pulitura interna può dirsi terminata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto